DanishItalianEnglishGerman

GREEN FRIDAY -25%

usa il codice sconto: GREEN25

Giorni
Ore
Minuti
Secondi

Perché mangiare la carne fa male all’ambiente?

L’importanza del ridurne il consumo

La carne da sempre rientra nella nostra catena alimentare, sin da piccoli infatti siamo stati abituati a mangiarla almeno una volta a settimana. La carne è un alimento con molti pro e contro, è ricco di proteine, creatina, omega 6, sodio, potassio, zinco e ferro, i quali fanno bene al nostro organismo, ma presenta anche una grossa quantità di grassi saturi, che aumentano  il rischio di patologie cardiovascolari.

Il consiglio quindi è quello di non abusarne e di favorire il consumo di carni bianche.
Quali sono i problemi che genera invece il consumo di carne a livello ambientale? 

La deforestazione

Una delle più grandi cause di deforestazione in Sud America è proprio la produzione di carne da esportare, specialmente in Europa.

Ovviamente più la richiesta di carne sale, più si espandono questi allevamenti illegali, generando non pochi danni.

La deforestazione infatti causa:

  • la riduzione della biodiversità
  • danni per la salute e la sopravvivenza delle specie animali che popolano la zona
  • alterazione del regime alluvionale, con conseguente siccità.

È molto importante quindi, se si fa consumo di carne, battersi contro gli allevamenti intensivi, favorendo invece le aziende ecologiche e locali, che trattano gli animali e il terreno con rispetto, seguendo le norme e il regolare ciclo della natura.

L’emissione di gas serra

Gli allevamenti sono considerati tra le principali cause di emissione di gas serra a livello globale, con un’incidenza di circa il 10%.

I bovini ne sono i maggiori responsabili, poiché i microbi nel loro tratto digestivo decomponendo e fermentando il cibo vanno a produrre metano, che viene espulso tramite le flatulenze.

Lo sfruttamento degli animali

Gli allevamenti intensivi non tengono conto delle necessità e della salute degli animali, questi infatti vengono confinati a migliaia in grandi capannoni, causandone stress, abbassando le difese immunitarie e il rapido diffondersi di malattie.

Cosa fare per migliorare la situazione?

  • Addomesticare gli animali a fare i propri bisogni in punti di raccolta e utilizzare i rifiuti animali utilizzandoli come fertilizzante.
  • Migliorare l’alimentazione del bestiame introducendo additivi che vadano a ridurre le emissioni di gas di metano, come composti di aglio, semi di garofano, semi di coriandolo e agrumi.
  • Limitare il consumo di carne e derivati, come ad esempio il latte, sostituendolo con un’alternativa vegetale. 

Come sostituire le proteine della carne?

Ridurre il consumo di carne o eliminarla totalmente dalla propria alimentazione implica però il consumo di alimenti che vadano a sostituire l’impatto proteico che questa ha sull’organismo. 

Questi alimenti sono:

  • Legumi
  • Latte vegetale
  • Frutta secca e disidratata
  • Semi e cereali
  • Verdure e ortaggi
  • Germogli
  • Tofu

Il nostro obiettivo a livello globale dovrebbe essere quindi quello di limitare il consumo di carne il più possibile, in modo da abbassare la richiesta e mettere fine a questi allevamenti intensivi, fonte di crudeltà ed inquinamento.

Condividi l'articolo

ecologia

Regali ecosostenibili

Idee regalo originali per chi ama l’ambiente! Un regalo ragionato e pensato su misura della persona a cui viene fatto è una grande forma d’amore,

Pronto ad acquistare il tuo Brisco?

visita il nostro shop

brisco in ambiente interno

Benvenuti

BRISCO fai la differenziata con stile

logo brisco colore

Effettua il login